Gioielli per la sposa: le 5 regole d’oro

Goielli per la sposa Molù

I gioielli sono un argomento a cui tengo molto già normalmente, immagina quando si parla di gioielli per la sposa. Se poi quest’anno il matrimonio è della mia storica amica d’infanzia e sarò anche testimone, capisci bene che bisogna mantenere la calma e chiarire un po’ di cose per il bene di tutti, soprattutto della sposa!

Coinvolta nel turbinio dei preparativi mi sono resa conto che i gioielli per la sposa rischiano di passare in secondo piano dopo abito, scarpe, trucco, parrucco, ricevimento, fiori, bomboniere, selezione di confetti e viaggio di nozze. Inammissibile, sappilo. L’eleganza di una donna, e a maggior ragione di una sposa, passa inevitabilmente per i gioielli che sceglie di indossare il giorno del suo matrimonio. Non vorrai mica assomigliare a una di quelle spose a dir poco imbarazzanti con le loro coroncine e cascate di strass?! Appunto.

La mia amica GioGio sa di poter contare su di me, ma per te ho deciso di stilare una guida completa su come scegliere i gioielli per la sposa, con 5 regole d’oro per essere perfetta nel giorno del tuo matrimonio.

Prima regola: gioielli per la sposa veri

Una sposa che indossa chincaglieria falsa, magari pure tempestata di strass, va benissimo per una serata al circo ma non di certo per un matrimonio di classe. Direi di optare per gioielli in oro.

Seconda regola: gioielli sobri e delicati

Una sposa che pensa di indossare maxi orecchini o collane appariscenti deve ricordarsi che l’effetto Tutankhamon è perfetto per il museo egizio, ma non per l’album fotografico (quando sarà pronto!).

Terza regola: la fede deve essere l’unico anello 

Anche se non ti separi mai dal tuo anello di fidanzamento, non è elegante (per non dire opportuno) che una sposa lo indossi il giorno del suo matrimonio, quindi approfittane per far tornare il tuo brillante all’antico splendore per quando lo indosserai di nuovo (il giorno dopo, tranquilla!).

gioielli per la sposa perfetta anelli fede nuziale

Nel giorno del tuo grande sì è ammessa alla tua mano solo la fede!

Quarta regola: le scelte perfette per la sposa

E’ assolutamente priva di fondamento la vecchia credenza che le perle non si indossano il giorno del matrimonio (né si regalano) perché simboleggiano le lacrime: prima di tutto le perle sono molto raffinate e assolutamente adatte per questa occasione. Secondo, a me le lacrime verrebbero se non avessi perle!

Come alternativa ai diamanti o alle perle puoi scegliere un gioiello con l’acquamarina o la morganite: le tonalità celeste chiaro e rosa pallido sono molto chic per il giorno del matrimonio.

gioielli per la sposa perfetta orecchini acquamarina

Oppure puoi optare per un gioiello con corallo pelle d’angelo, anche qui la nuance rosa chiaro abbinata ai diamanti è davvero molto elegante.

Assolutamente da evitare le pietre preziose dai colori intensi, spiccherebbero troppo rispetto al tuo abito chiaro e fungerebbero da luminarie. Assolutamente out!

Quinta regola: i gioielli, l’abito e l’acconciatura

Per intenderci: se hai i capelli corti oppure li porterai raccolti puoi scegliere un paio di orecchini molto semplici e delicati perché comunque si noteranno.

gioielli per la sposa perfetta orecchini acconciatura

Se, invece, avrai i capelli sciolti oppure una folta chioma, puoi optare per un orecchino pendente in modo tale che risulti visibile, ma sempre con una certa misura!

Nel caso in cui il tuo abito non sia scollato oppure sia molto articolato come tessuto o come lavorazione, gli orecchini saranno l’unico gioiello sul quale puntare. Al massimo potrai aggiungere un bracciale sottile (magari di perle o di diamanti) se l’abito ti lascia scoperte le braccia, ma fai attenzione che non si impigli nell’abito.

Se, invece, indosserai un abito scollato con una linea molto pulita e semplice potrai indossare anche un piccolo gioiello al collo. Che sia un filo di perle, un punto luce, un collier di diamanti o un ciondolo, l’obiettivo è sempre evitare l’effetto Madonna di Lourdes.

A questo punto sei pronta per il tuo grande giorno e, detto tra noi, anche se i tuoi gioielli non saranno super preziosi sarà comunque un momento di gioia enorme. Nonostante quello che dice Enrico Brignano sul matrimonio.

Tempo di lettura: 3 minuti
© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

12 Comments

  • giorgia ha detto:

    Le regole sono assai, mi sa che questo post me lo stampo! 🙂
    Cosi posso anche fare un check, con carta e penna, il fatidico giorno!

  • Nicoletta ha detto:

    Bè Molù potevi usare la mia foto per questo post! Io…sono stata bravissima. Stile retrò per l’acconciatura..abito semplice…orecchini di perle e bracciale di perle! Pura classe…evviva la modestia! 😀

  • Erika ha detto:

    Seguirò pedissequamente i tuoi consigli per il mio matrimonio… Ma alle perle preferisco i diamanti per il giorno del sì….

    • molu ha detto:

      Mia cara Erika, ai diamanti si può solo dire sì 😉 Mi raccomando, segui anche i miei consigli per pulirli in modo semplice e averli sempre brillanti, un diamante non pulito è assolutamente out!!

  • Erika ha detto:

    Lo farò cara Molù!

  • Maya ha detto:

    Eppure Kate Middleton indossava l’anello di fidanzamento alla mano destra prima di entrare in chiesa, per poi passarlo alla sinistra a cerimonia conclusa… Ha sbagliato?

    • molu ha detto:

      Mia cara Maya, credo proprio che nel caso di Kate le regole siano altre: si é mai visto come anello di fidanzamento uno zaffiro invece che un diamante solitario?? Ma a un principe (vero) si perdona tutto… O quasi 😉

  • Alba ha detto:

    Concordo con le regole sostanzialmente,
    1. Amore vero gioiello vero
    2. Dipende, più che la grandezza è importante lo stile. Se hai orecchini grandi che siano belli e abbiano un motivo conduttore con gli altri gioielli ed il vestito.
    3. Condivido
    4. La scelta vera sono i diamanti il resto è un aggiunta o un ripiego
    5. Parole sante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *