L’intervista alla founder di LEO MATHILD gioielli

Ebbene sì, è passato un altro anno per il mio blog e a questo giro ho deciso di festeggiare con un’intervista a Leo Mathilde Eberlin, founder del brand LEO MATHILD.

Perché proprio Leo? Per tanti motivi: innanzitutto è una donna, poi è giovane e ambiziosa, se aggiungiamo che da poco è diventata pure mamma è chiaro che -conoscendo sulla mia pelle le difficoltà di conciliare il lavoro professionale con quello di neomamma – non potevo che intervistarla!

Leo adora i diamanti ed è riuscita a far indossare i suoi gioielli a stars mondiali, capite bene come la mia curiosità è lievitata ulteriormente!  

Considerate, poi, che è una donna Made in Germany ma non la classica biondona, e già capite che fa simpatia a noi donne mediterranee. Per finire è bellissima anche in foto e questo pare avere il suo valore, soprattutto sui social. E lo dico quoque io, che ho stabilito un record come la blogger meno fotografata e con meno selfie nella storia dei blog all over the world!

I gioielli LEO MATHILD

Ho promesso a Leo di scrivere questo post anche in inglese per cui, non volendo abusare del vostro tempo, ho selezionato 5 domande per Leo per conoscere un po’ di più lei e l’idea di gioiello che sta dietro LEO MATHILD.

M. Il tuo stile è semplice e prezioso allo stesso tempo: qual è il tuo gioiello preferito, quello che indossi sempre?

Leo: Da quando ho creato la mia collezione di gioielli LEO MATHILD indosso le mie creazioni ogni giorno. I due anelli che non posso lasciare mai a casa sono il LIEV ART D. in argento 925 e topazi bianchi e la mia amata veretta ELISE in oro rosa 18 kt. e 3 ct. di diamanti.

gioielli leo mathild anello diamanti liev art d. oro

M. Nella tua esperienza quale è il gioiello che non può mancare a una donna?

Leo: Il gioiello più femminile e senza tempo secondo me è la veretta di diamanti perché è perfetto e sorprendente anche se indossato da solo. Penso che investire in questo gioiello sia una grande decisione. Di giorno può essere abbinato ad un look da lavoro, ma è perfetto anche per una cena o per un party. E poi si può facilmente accostare ad altri anelli per creare uno stile prezioso a più strati.

gioielli leo mathild veretta diamanti eternity

M. Realizzi gioielli, viaggi tanto e partecipi a diverse fiere del settore: secondo te quali sono le tendenze future per i gioielli?

Leo: Sono appena stata alla Fiera dei gioielli di Hong Kong. Come ho appena detto, il mio stile preferito è sicuramente il mix di diversi gioielli. Enfatizzo molto la capacità di accostamento nella mia collezione. Voglio offrire ai miei clienti tante opportunità e stili possibili. Puoi fare molte cose con pochi gioielli con diamanti.

M. Diverse stars indossano i tuoi gioielli, c’è una in particolare che ti ha emozionato vedere con una tua creazione?

Leo: Sono davvero felice di vedere le mie creazioni su persone che ammiro! Mi ha elettrizzata vedere Diane Kruger indossare il mio anello Toulouse al Festival di Cannes. 

Sono cresciuta con Madonna e poi un giorno d’improvviso ha indossato una mia creazione al Jimmy Fallon Show. Avevo 25 anni quando abbiamo iniziato a lavorare al brand LEO MATHILD nel mio salotto, c’erano disegni sparsi su tutto il pavimento. Se c’è qualcosa che si ama e che si vorrebbe fare non dovremmo farci mai bloccare dalla paura. Nella mia esperienza ho imparato che è esattamente questo quello che si deve fare.

M. Sei giovane, bella e hai creato un marchio emergente della gioielleria: cosa sognavi di diventare quando eri una bambina?

Leo: Ricordo che tornavo a casa da scuola e andavo direttamente in scuderia. Ho passato tutta la mia infanzia a prendermi cura dei cavalli e sognavo di diventare una fantina professionista.

Il destino di Leo non era diventare una fantina, ma fondare un’azienda e prendersi cura di una bimba è un’impresa decisamente più grande, ambiziosa e impegnativa

Sono cresciuta con l’esempio di una mamma che non ha mai risparmiato energie dividendosi tra lavoro, casa e figli: a quasi 2 anni dalla nascita di mio figlio sono ancora più convinta che Leo meriti una menzione speciale insieme a tutte le donne che ogni giorno funambolicamente si districano tra mille cose da fare fuori e dentro casa

E poi Leo si occupa pure di gioielli, potevo mai non intervistarla??!!

P.S. Se il mondo dei gioielli vi incuriosisce seguite anche le news sulla mia pagina Facebook: lo so già che vi laikko anche io un bel po’! 😉

 

ENGLISH VERSION

Here we are at the birthday of my blog of jewels and this year I decided to celebrate with an interview with Leo Eberlin, founder of the LEO MATHILD brand.

Why Leo? For many reasons: first of all she is a woman, then she is young and ambitious, if we add that she has recently become mum it is clear that – knowing on my skin the difficulties of match professional work with that one as mother – I could only interview her! Leo loves diamonds and lot of stars wear her jewels, so my curiosity is leavened further!

gioielli leo mathild

She comes from Germany but she is not the classic blonde woman, and that makes her nice to Mediterranean women. Finally she is beautiful even in photos and this seems to have its value, especially on social media. And I perfectly know, cause I set a record as the less photographed blogger and with less selfies in the history of blogs all over the world!

LEO MATHILD jewels

I promised Leo to write this post also in English, so I don’t want to abuse your time and I selected 5 questions for Leo to get you to know a little more about her and the idea of the jewel behind LEO MATHILD.

M. Your stile is very simple and precious at the same time: which is your favorite jewel, the one you always wear?

LEO: Since I create my favourite pieces for the LEO MATHILD collection, I wear my own designs on a daily basis. The two rings I can not leave my house without are our beststeller LIEV ART D. Ring (made out of 925 silver and white topaz gemstones) and my beloved ELISE eternity band (made out of 18 K rose gold and 3 carats of diamonds).

gioielli leo mathild eternity diamanti anello ELISE oro rosa

M. In your experience which is the jewel cannot be missing from a woman?

LEO: The most feminine and timeless piece is the perfect eternity band because it is stunning even when worn alone. I think investing in this ring is a great decision. It can be worn during the day paired with a business look – or it can be transformed to a look for a dinner and drinks party. You can easily stack other rings and create the layering style.

M. You make jewels, you travel a lot and partecipate to many jewels’ exhibition too: which are the upcoming trends for jewels?

LEO: I have just been to the Hong Kong jewerly trade show. As I just mentioned – my favourite is by far the layering style as well as the mix and match. I put a strong emphasis on the ability of stacking in my collection. I want to provide my clients with as much opportunities and styles as possible. You can do a lot with only a few diamond pieces.

M. Many stars are wearing your jewelry, there was one in particular that excited you more to see with your creation?

LEO: I am more that grateful to see my collection on people I admire. I was completely thrilled when Diane Kruger posted our TOULOUSE rings during the Cannes film festival. I grew up looking up to Madonna and her performances. And then, one day, out of nothing she has worn my collection at the Jimmy Fallon Show.

leo mathild gioielli stars

When I was 25 years old, we started to work on LEO MATHILD in my living room with drawings all over the floor. If you ever think about to do what you love but you are still afraid, just ask me. I will tell you that this is exactly what you have to do.

M. You are young, beautiful and the founder of an emerging jewels’ brand: what did you dream to become when you were a child?

LEO: I remember coming home from school and going straight to the horsestable. I have spent my whole childhood caring for horses and I have  dreamed of being a professional horse rider. 

Leo’s fate was not to become a professional horse rider, but building up a company and taking care of a child is for sure a bigger, more ambitious and more challenging work!

I grew up with the example of a mother who has always use all her energies for work, home, me and my brother: at the threshold of 2 years since the birth of my son Alessandro, I really think that Leo deserves a special mention along with all the women who every day acrobatically deal with a thousand things to do outside and inside the house.

Moreover Leo works in jewels world, how could I avoid to interview her??!!

P.S. If the world of jewelry intrigues you follow also the news on my Facebook page: I already know that I like you a lot!

Reading time: 3 minutes

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI  

2 Comments

  • Delia Di Francesco ha detto:

    Diamonds are a girl’s best friends’ …. Marilyn docet.
    Io sono completamente d’accordo. Al di là di possederli o no sono talmente belli che danno soddisfazione anche solo alla vista! Risollevano l’animo e l’umore come può farlo uno splendido paesaggio! Leo Mathild sarà sicuramente una creatrice di talento ma diciamo pure che lavora con una materia prima che le da senz’altrO una mano.
    A presto

    • molu ha detto:

      Assolutamente d’accordo Delia, Marilyn ci insegna! 😉 Leo Mathild ha dalla sua una founder giovane, ambiziosa, bella, “social” e con la passione per i diamanti. Che sia anche una creatrice di talento ce la mostrerà il tempo, anche se quando si ha a che fare con le star ci sono tanti altri elementi che rilevano per il successo! 🙂 Alla prossima cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *