Turchese, una pietra cult per l’estate!

gioielli con turchese collana megan fox

Ormai è ufficiale: l’estate è iniziata. Dalle passerelle gli stilisti ci hanno lanciato un messaggio chiaro per questa super summer: tra le tonalità di tendenza per quest’anno ci sono le mille sfumature del mare. 

E allora quali sono i gioielli must da indossare?

Per scoprirlo questa settimana sono volata in Sicilia. La mia amica Saimons mi ha detto che si pensa meglio nel mare cristallino della riserva naturale di Vendicari. E tra i vicoli di Ortigia. Mi sono fidata, mai contraddire una siciliana doc! La splendida acqua di San Lorenzo ha completato l’ispirazione.

Il risultato? Tante idee preziose per questa estate, la prima: indossare gioielli in turchese.

Le caratteristiche del turchese

Il turchese è una pietra naturale che va dall’azzurro cielo al verde, con possibili venature sulla superficie dal colore bianco/nero.

E’ una pietra perfetta per far risaltare l’incarnato, illuminare lo sguardo ed enfatizzare l’abbronzatura! In più è assolutamente adatta sia alle more che alle bionde. Sarà per questo che molte celebrities si sono fatte conquistare dai gioielli con la turchese.

gioielli con turchese orecchini blake lively

Meravigliosa su un total look, che sia black, white o colorato. Ma la si può usare anche a contrasto, su stampe e fantasie colorate. Purché non si esageri, non è una pietra che passi inosservata.

gioielli con turchese orecchini cameron diaz

Si sa, l’estate è la stagione adatta per osare. Libero sfogo, quindi, a orecchini con turchese, grandi anelli, maxi bracciali e collane lunghe o corte. Con gusto, sia chiaro. Le Madonne votive stanno bene in chiesa!

Turchese come amuleto

Nella cultura egizia e in quella araba in generale la turchese era considerata un amuleto porta fortuna. E protettivo. Una curiosità: la pietra venne scoperta per la prima volta dai crociati in Turchia e introdotta in Europa, da qui il suo nome.

I gioielli con turchese

La turchese montata sull’argent0 925 è perfetta con jeans e t-shirt, su un vestitino easy, o anche con semplici short.

gioielli con turchese collana casual

Con l’oro giallo ha un gusto un po’ più vintage. Perfetta con lunghe gonne comode magari e top dal gusto un po’ retrò.

Personalmente l’adoro abbinata all’oro bianco e brillanti bianchi, decisamente chic e adatta anche per una serata elegante.

gioielli con turchese orecchini diamanti marcia cross

Attenzione, mi raccomando: si tratta di una pietra delicata, porosa, che può facilmente cambiare colore a contatto con profumi, unguenti o sostanze acide. Per ridurre questo rischio, le pietre vengono normalmente ben lucidate e tagliate in modo piatto o a cabochon. Per ogni eventualità, seguite i miei consigli per conservare bene i gioielli!

La pasta di turchese

La maggior parte di turchese che trovate sul mercato ha subìto un trattamento mirato a migliorare le sue peculiarità, soprattutto a rinforzarne il colore. Il turchese di qualità, cioè che non necessità di colorazioni aggiuntive, è molto raro e costoso.

Un consiglio: non confondete turchese con pasta di turchese, che ha un valore commerciale inferiore rispetto alla pietra naturale.

La pasta di turchese è un prodotto molto diffuso in gioielleria, ottenuto lavorando la polvere di turchese, resina, colle e altri minerali. Normalmente riconoscete la pasta di turchese per la sua colorazione nitida ed uniforme, frutto di colorazioni successive stabilizzanti.

Va’ detto, però, che la pasta di turchese può essere di bassa o di alta qualità, secondo la percentuale di polvere di turchese utilizzata. Se è estremamente bassa, sarà basso anche il prezzo.

La maggior parte dei gioielli in turchese e argento sono in pasta di turchese, più resistente alle alterazioni proprio per i trattamenti di colore subiti. Questo la rende, infatti, adatta ad un uso quotidiano o frequente.

Goethe diceva che l’Italia senza la Sicilia non lascia nello spirito immagine alcuna. E’ in Sicilia che si trova la chiave di tutto.

E che Sicilia sia. Quello che ho visto tra i vicoli di Taormina, però, ve lo racconterò un’altra volta. Se siete d’accordo.

Tempo di lettura: 3 minuti

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *